La copertina del libro

Sarà la prestigiosa sede del Touring Club Italia a Milano ad ospitare l'esordio del primo e nuovo progetto di Massimo Cangelli dal titolo, “Riflessi d’inchiostro e luce”.

Il fotografo, dopo l’incidente stradale che lo ha costretto al coma e a lunghi mesi di riabilitazione, ha trovato nella sua passione per la fotografia la voglia di ricominciare e vedere la vita con uno sguardo differente. L'autore biscegliese ha deciso di raccontare la sua storia attraverso un fotoracconto perfezionato e impreziosito dalle parole di Anna Paola Lacatena. Alla presentazione, che avrà luogo oggi mercoledì 14 giugno dalle ore 18 al Milano Photofestival, Cangelli converserà con il direttore artistico Roberto Mutti e la presidente dell’Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada, Giuseppe Cassaniti Mastrojeni.

Questo libro nasce con la voglia di raccontare il suo percorso, dal sogno di un bambino a quello di un adulto, dalla prima macchina fotografica a quella più complessa del professionista. Scavando nella propria esistenza e in un archivio di fotografie lungo una vita, Massimo Cangelli dona al lettore storie, luoghi e sentimenti per regalargli la sua istantanea più bella.

Il progetto è sostenuto dall’Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada, dalla Società Italiana Fisioterapia e Riabilitazione, dall'Associazione Italiana Fisioterapisti e dall'Istituto Italiano di Fotografia.