Un 19enne biscegliese, incensurato, è stato arrestato dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Trani perché trovato in possesso di tre “panetti” di hashish mentre rincasava.

E' successo nel primo pomeriggio della giornata di ieri, mercoledì 6 luglio, quando una pattuglia di motociclisti in abiti civili, transitando sul porto di Bisceglie, ha notato un gruppo di giovani che, con fare sospetto, si scambiava involucri di coloro scuro. Uno di loro ha riposto gli involucri nelle tasche dei pantaloni, occultandoli, per poi avviarsi verso casa, situata poco distante dal posto.

I militari, insospettiti, si sono avvicinati per effettuare un controllo e il ragazzo, vistosi braccato, ha tentato la fuga tre panetti hashishverso la scalinata di via della Repubblica in direzione mare. Dopo alcune centinaia di metri il giovane è stato preso e perquisito. Dall'operazione sono stati rinvenuti tre panetti di hashish, per un peso di 300 grammi circa.

I Carabinieri hanno deciso così di estendere le operazioni di ricerca anche al domicilio dell’interessato dove sono state scoperte due piantine di marijuana, alcune dosi di cannabis già confezionate, materiale vario per preparare gli involucri e una somma di danaro verosimilmente provento delle attività illecite.

Per il 19enne sono scattati gli arresti domiciliari, mentre per il padre, un 46enne con numerosi precedenti di polizia, è scattata la denuncia per concorso nel medesimo reato poiché, tollerando la presenza dello stupefacente nell’abitazione, ha agevolato la condotta illecita del figlio.