Il consigliere comunale Gianni Casella chiede chiarimenti in merito al contributo pubblico  che il comune di Bisceglie avrebbe stanziato per la manifestazione “Artigianando – Fiera della creatività e delle arti manuali e dell’enogastronomia con animazione”, in particolare il consigliere Dc chiede maggiori informazioni circa la nomina e il compenso della figura della direttrice artistica dell’evento. Nel suo intervento su facebook il consigliere d’opposizione afferma che l’associazione organizzatrice della manifestazione “Artigianando” è In.con.tra e che: “l'associazione ha fatto formale richiesta in data 13 giugno 2016, numero protocollo 24773 , per l' organizzazione della Fiera delle arti Manuali e del Gusto, richiesta suolo pubblico, patrocinio e contributo per euro 7mila”. In una nota successiva del 25 luglio la stessa associazione, sempre secondo quanto riportato da Casella, avrebbe comunicato: “la rettifica per i giorni in cui verrà svolta tale manifestazione”. Il consigliere comunale afferma di essersi recato questa mattina in comune per verificare se: “tutti gli atti fossero stati correttamente richiesti e ufficialmente autorizzati”. Da questa verifica, secondo quanto riportato da Casella, sarebbe emerso che: “Agli atti della richiesta esiste solo ed esclusivamente la richiesta de quo, con parere favorevole del Sindaco Spina (a sua firma) per un contributo di euro 5mila euro a fronte dei 7mila richiesti. Attualmente la pratica è carente dello statuto dell'associazione e ogni altro atto di eventuale delibera per variazioni in corso per nomine ed altro. Desidero precisare che lo statuto è un documento obbligatorio che necessita allegare ad ogni domanda per manifestazioni e contributi, così come prevede il regolamento stesso. Gli uffici preposti ad oggi, pur essendoci la manifestazione in corso, non hanno preparato alcuna determina per il relativo riconoscimento del contributo e della manifestazione, tantomeno esistono provvedimenti autorizzativi per occupazione suolo pubblico così come richiesto”. Il consigliere d’opposizione chiarisce di non aver nulla in contrario alla manifestazione e neanche nei confronti dell’associazione In.con.tra. ma sottolinea come nel piano finanziario presentato dall’associazione: “vi è una voce di spesa  per  euro 1.200, da corrispondere alla figura del direttore artistico”. Il consigliere sostiene quindi di aver cercato un documento che attesti la nomina della direttrice artistica dell’associazione: “Ho chiesto al Segretario Generale del Comune se in questo tempo ci fosse stata una nomina di tal genere. La risposta prevedibile è stata no”. Casella poi prosegue sempre sulla stessa questione aggiungendo: “Ho voluto togliermi un altro dubbio e ho pensato che forse l'associazione avesse nominato con apposita delibera questa figura al suo interno e che tale figura fosse stata comunicata come da regolamento al Comune. Purtroppo anche questo dubbio è diventato una certezza perché alcun documento, dallo statuto a delibere di nomina, è presente nel fascicolo”.

Il consigliere Dc quindi conclude il suo intervento rivolgendosi direttamente alla presunta direttrice artistica dell’evento: “Visto che ieri sera la signorina Lorena Galantino si è autoproclamata e autodefinita direttrice artistica (Casella fa riferimento ad un polemica sorta su facebook per l’esclusione dalla manifestazione di un' associazione animalista biscegliese n.d.r.) e a quanto sembra percepirà presumibilmente un emolumento pari ad euro 1250 di soldi pubblici, si preoccupi di rispondere nel merito a tali questioni con le forme che si addicono ad un soggetto che indirettamente rappresenta, attraverso percezione di danaro pubblico, una manifestazione di carattere pubblico”.  Casella chiosa rivolgendosi direttamente alla maggioranza: “Chiedo all'amministrazione di verificare i comportamenti e soprattutto le modalità con cui questi soggetti delegati operano in nome e per conto di un'associazione che forse ha commesso l'unico errore di nominare tali figure”.