Il centro recupero tartarughe marine di Molfetta si trasferisce ufficialmente a Bisceglie. Dopo l’anticipazione fornita via facebook lo scorso febbraio dal responsabile del centro Pasquale Salvemini, è arrivato in questi giorni l’atto ufficiale con cui il comune  ratifica la concessione per sei anni dello stabile di via della Libertà. Con la delibera di giunta n. 130 l’amministrazione comunale, oltre a dare indirizzo politico amministrativo favorevole alla concessione dello stabile, ha specificato  che tale concessione perderà la sua valenza giuridica “al perfezionarsi delle eventuali procedure di alienazione/valorizzazione del medesimo immobile”. La giunta comunale ha anche sottolineato come le spese per la ristrutturazione dell'immobile siano tutte al carico del centro recupero tartarughe cosi come i costi legati alla manutenzione ordinaria e alle utenze. Altro onere a carico del concessionario della struttura sarà quello di provvedere alla stipula di “idonea polizza assicurativa per la copertura di responsabilità civile verso terzi e per danni alle persone e cose e per la copertura di rischi contro atti vandalici”.

Rimane quindi assolutamente confermato quanto Pasquale Salvemini ci aveva dichiarato lo scorso febbraio: il centro recupero tartarughe non percepisce contributi pubblici per la sua attività. A finanziare i lavori di ristrutturazione saranno due società private pugliesi e ad occuparsi degli oneri di gestione e manutenzione della struttura sarà il centro tartarughe contando sulle proprie forze. La presenza del centro recupero tartarughe a Bisceglie arricchisce senza dubbio l’importanza dell’area portuale della città dei Dolmen e al contempo sarà un importante centro di promozione culturale e di salvaguardia dell’ambiente marino.