Le società di economisti agrari Sidea - Società Italiana di Economia Agraria e Siea - Società Italiana di Economia Agroalimentare hanno scelto Bisceglie come sede dei primi tre giorni del convegno intitolato "Strategie cooperative e creazione del valore in una filiera alimentare sostenibile", una serie di incontri che si terranno da mercoledì 13 a sabato 16 settembre, durante i quali saranno discusse le tematiche legate al settore agroalimentare del territorio pugliese, con l'obiettivo di trovare soluzioni che lo portino a competere sugli scenari internazionali grazie a prodotti di qualità e nuove dinamiche produttive. Nell'ultima giornata di convegno i lavori si trasferiranno a Bari, all'interno della Fiera del Levante.

Il convegno, alla sua prima edizione, è organizzato dal Dipartimento di economia dell’Università degli studi di Foggia ed è patrocinato da Crea - Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria, Regione Puglia, Città Metropolitana di Bari, Province di Barletta-Andria-Trani, Brindisi, Foggia e Lecce, Comune di Bisceglie e Gal Ponte Lama, e prevedono la partecipazione di relatori esperti del settore.

I lavori avranno inizio nella mattinata del 13 settembre a Palazzo Tupputi con la terza sessione del "Think Tank", che mira a favorire l’incontro e lo scambio di idee di cittadini attivi, ricercatori, professionisti, economisti, imprenditori, docenti, studenti, operatori del volontariato e del terzo settore, nato a seguito del Forum “Economia e Povertà” organizzato dalla Regione Puglia in concomitanza con il G7 economico-finanziario svoltosi a Bari nel maggio scorso.

Alle ore 16 ci si sposterà all'interno del Teatro Garibaldi per un incontro aperto a tutta la cittadinanza sulla cosiddetta economia circolare e sull’innovazione del settore agroalimentare, mettendo a confronto chi si occupa e approfondisce scientificamente il tema dell'economia circolare e chi opera sul territorio facendo della “rigenerazione” il proprio impegno quotidiano.

A differenza degli incontri di mercoledì 13, quelli di giovedì 14 e venerdì 15 saranno riservati ai soci di Sidea e Siea, che si confronteranno all'interno di sessioni plenarie e parallele, durante le quali si rifletterà sulle scelte da fare per migliorare la competitività del settore alimentare nell’ottica di una crescita sostenibile della filiera, proseguendo con le analisi dei principali modelli di produzione e consumo, giungendo ai modelli organizzativi, alle forme di cooperazione territoriale, settoriale e ambientale e alle politiche con cui aggiungere valore alla filiera.

L’ultima giornata dei lavori avrà luogo nella mattinata di sabato 16 nella sala convegni del padiglione Agrimed della Fiera del Levante, all'interno del quale si affronterà il tema della “Cooperazione tra Università e Pubblica Amministrazione” per lo sviluppo del settore agro-alimentare, alla presenza di policy maker, ricercatori, rappresentanti del mondo agricolo e stakeholder dell’agroalimentare, i quali inoltre saranno invitati a visitare il padiglione fieristico dell’agricoltura pugliese.

Fra gli ospiti del convegno, spiccano i nomi di Kostas Karantininis, docente di Business Administration alla Swedish University of Agricultural Sciences, Leonardo Becchetti, docente di Economia Politica all'Università di Roma Tor Vergata, Marco Frey, docente di Economia e gestione delle imprese alla Scuola superiore di studi universitari Sant'Anna di Pisa, monsignor Luigi Renna, vescovo di Cerignola, Maurizio Ricci, rettore dell'Università di Foggia, Francesco Marangon, presidente Sidea, Pietro Pulina, presidente Siea, Leonardo Di Gioia, assessore alle politiche agricole della Regione Puglia e Gianluca Nardone, direttore del dipartimento regionale agricoltura.