Il mercato settimanale di martedì 5 settembre vivrà un cambiamento significativo dal punto di vista della sicurezza: l'area mercatale biscegliese si adeguerà infatti definitivamente alle nuove disposizioni volute dal Ministero dell'Interno per garantire l'ordine pubblico durante gli eventi che prevedono un grande afflusso di persone.

In realtà, la presenza dei cosiddetti New Jersey era già prevista per il mercato di martedì 29, secondo il calendario stilato dalle associazioni di categoria in collaborazione con le amministrazioni dei dieci comuni della Bat, ma i blocchi, si legge in una nota di Unimpresa, sono rimasti "parcheggiati" in Piazza Regina Margherita di Savoia e non sono stati trasferiti nell'area mercatale, sostituiti dalle classiche transenne mobili, a causa di quelli che le associazioni degli ambulanti, come Unimpresa Bat e Casambulanti, hanno definito "probabili problemi logistici".

I "New Jersey" rimasti in centro nella giornata di martedì 29

Problemi che hanno riguardato anche il mercato di Andria di lunedì 28, mentre tutto è filato liscio a Barletta sabato 26 e a Trani proprio martedì 29. Savino Montaruli, presidente di Unimpresa Bat e coordinatore di Casambulanti, ha assicurato che nella città dei dolmen e in quella dei tre campanili i blocchi saranno installati a partire dalla prossima settimana: "Da martedì prossimo le operazioni di messa in sicurezza dell’area mercatale saranno attuate anche a Bisceglie", ha dichiarato. "So che il sindaco Francesco Spina si è fatto sostenitore accanito delle nostre proposte di messa in sicurezza dei mercati nella riunione del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza pubblica dello scorso martedì 22 agosto, alla quale ha partecipato in rappresentanza dell’Ente Provincia".

"A Bisceglie", ha continuato Montaruli, "i blocchi anti-Tir sono stati impegnati per Libri nel Borgo Antico e sicuramente saranno stati solamente problemi logistici a non aver consentito la loro installazione nell’area mercatale martedì scorso. La stessa cosa dovrebbe essere accaduta ad Andria con i blocchi impiegati ai varchi di accesso a Piazza Catuma per Castel dei Mondi e il ritardo del loro posizionamento nel mercato del lunedì rinviato alla prossima settimana. Ad ogni buon conto devo prendere atto dell’impegno che le amministrazioni comunali stanno assumendo rispetto alla delicata problematica così come sono certo che dalla prossima settimana sarà incrementato il numero delle forze dell’ordine impegnate nei mercati della Bat".

"Prevediamo e pretendiamo, inoltre, servizi dedicati alle aree mercatali per tutto il periodo di svolgimento dei mercati stessi", ha aggiunto il presidente di Unimpresa Bat, "combattendo efficacemente fenomeni dilaganti quali l’abusivismo commerciale, l’occupazione impropria dei posteggi o delle aree fuori posteggio, la contraffazione e crimini come scippi e rapine. Inoltre speriamo non sia più consentito che veicoli privati e anche mezzi pesanti continuino ad attraversare i mercati e le aree adiacenti durante lo svolgimento dei medesimi".

Concludendo, Montaruli ha confermato che dubbi ed eventuali valutazioni sulle nuove norme e su come dovrebbero essere rispettate saranno alla base di un incontro istituzionale convocato per le ore 17 di giovedì 31 agosto al palazzo di città di Minervino Murge, su proposta del sindaco del "balcone delle Puglie" Lalla Mancini, per valutare eventuali modifiche al piano di sicurezza da proporre alle autorità competenti.