"L’immediata eliminazione di situazioni di pericolo e ad una ricognizione, verifica ed accertamento delle condizioni statiche di tutti gli elementi (pali e tiranti) di sua proprietà con produzione di certificazione di idoneità statica di ogni singolo impianto da esibire alla Ripartizione tecnica del Comune entro dieci giorni". È quanto ha intimato il sindaco Francesco Spina, con apposita ordinanza sollecitata dalla Ripartizione tecnica del Comune di Bisceglie, alla società “Enel Distribuzione”, dopo la caduta di un palo dell’illuminazione avvenuta ieri in via XXV Aprile, angolo via don Michele Cafagna, proprio ad un passo dalla scuola elementare “Caputi” (leggi qui). “Al fine di scongiurare eventuali ulteriori episodi analoghi”, si legge nell’ordinanza, “la squadra tecnica della Ripartizione Tecnica si è preoccupata di verificare le condizioni di manutenzione degli altri pali della linea elettrica di distribuzione di proprietà dell’Enel presenti nella zona, rilevando che nella maggior parte dei casi gli stessi presentano evidenti segni di corrosione alla base a causa della vetustà e della mancata manutenzione” “Tale carenza è state fatta rilevare ai responsabili della società Enel Distribuzione sopraggiunti in un secondo momento”, si legge ancora nell’atto ufficiale di sindaco e ripartizione tecnica. “Questi ultimi, preso atto dello stato dei luoghi hanno disposto l’immediata rimozione di alcuni dei pali che versano nelle medesime condizioni di quello caduto”. Di qui la richiesta di ordinanza della ripartizione tecnica al sindaco indirizzata a carico dell’Enel, “tenuto conto che l’impianto Enel dislocato nel territorio comunale presenta elementi strutturali portanti (pali e tiranti) in stato di manutenzione carente, al fine di scongiurare qualsiasi pregiudizio alla pubblica e privata incolumità”.