La Provincia di Barletta-Andria-Trani ha disposto la manutenzione obbligatoria di tutti gli impianti termici destinati ai servizi di climatizzazione invernale o estiva degli ambienti, con o senza produzione di acqua calda sanitaria, secondo quanto già previsto dal Dpr 74/2013.

Per ottemperare all'obbligo bisognerà affidarsi a un manutentore che dovrà inoltrare online al Settore Edilizia, Manutenzioni e Impianti Termici della Provincia, i rapporti di controllo dell'efficienza energetica, redatti entro 60 giorni dalla loro compilazione, indicando i valori del rendimento di combustione.

Al rapporto di controllo dell'efficienza energetica dovrà essere corredato un bollino verde virtuale a carico del responsabile d’impianto, riportato dal manutentore sul Rapporto di Controllo di Efficienza Energetica (Rcee) entro il 31 dicembre 2016, con il rimborso di 15 euro per gli impianti con potenza inferiore ai 35 kW, 35 euro per gli impianti con potenza tra i 35 e i 116 kW, 90 euro per quelli con potenza tra i 116 e i 350 kW e 120 euro per quelli con potenza superiore a 350 kW. Ulteriori 15 euro dovranno essere rimborsati per ciascun generatore di calore addizionale oltre il primo.

La cadenza dei controlli degli impianti di climatizzazione invernale superiori a 10 kW e di quelli di climatizzazione estiva superiori a 12 kW è stabilita sempre dal Dpr 74/2013 (nello specifico, dall'Allegato A del decreto) e va da 1 a 4 anni, a seconda del tipo di impianto (clicca qui per ulteriori dettagli).

Ottenuta la documentazione necessaria, la Provincia procederà alle ispezioni sul territorio per verificarne la veridicità. L'inosservanza degli obblighi di legge comporterà sanzioni tra i 500 e i 3000 euro per i possessori degli impianti, per gli amministratori di condominio o per terzi che ne abbiano la responsabilità, e tra i 1000 e i 6000 euro per i manutentori.