Nel ventinovesimo appuntamento della V stagione di "Cosa Succede in Città" su Radio Centro Bisceglie ospite dello staff guidato da Francesco Brescia, autore e conduttore del programma, è stato il candidato presidente della Regione Puglia Riccardo Rossi. Dopo aver intervistato Antonella Laricchia (M5s), Michele Emiliano (centro-sinistra) e Francesco Schittulli (area popolare e movimenti di centro-destra), ai microfoni della trasmissione dell'emittente radiofonica cittadina domenica 3 maggio è stata la volta del candidato de L'Altra Puglia (ispirato a L'Altra Europa di Alexis Tsipras, attuale premier greco). In collegamento telefonico Rossi ha toccato i punti salienti del programma, punti che riguardano sanità, ambiente, lavoro e scuola in particolar modo, ma spazio anche a una riflessione sulla politica regionale e locale. Lo scorso anno Sinistra Ecologia e Libertà ha sostenuto L'Altra Europa con Tsipras alle elezioni europee, ora SEL si presenta a sostegno di Michele Emiliano con "Noi a sinistra". Chiediamo al candidato Rossi come valuta questo atteggiamento e cosa sia cambiato dal 2014: «SEL sta a sinistra ma con quelli di destra. Devono decidere se prediligere un programma politico o salire sul carrozzone di Emiliano, un carrozzone che non disdegna di accogliere pezzi di centro-destra regionale allo sbando. Voi trasmettete da Bisceglie e sapete bene che il presidente della Provincia di Barletta-Andria-Trani Francesco Spina, eletto con i voti di Forza Italia, ora cura la campagna di Emiliano, coordina le liste civiche che portano il suo nome. Cosa può tenere insieme storie così diverse come quella di Curto che viene dall'MSI ai Comunistri Italiani, passando per Vendola e per i Popolari? Non è l'idea di Puglia che ho in mente io. Questa, semmai, è gestione del potere, questo il vero collante di Emiliano. SEL non è riuscita a costruire una lista e hanno fatto un mezzo minestrone prendendo pezzi di PD, di Minervini, di Stèfano». Di seguito l'audio dell'intervista completa condotta da Francesco Brescia e Francesco Lucivero.