I finanzieri della Tenenza di Molfetta hanno arrestato un 54enne biscegliese, con diversi precedenti penali, nei confronti del quale è stato accertato il coinvolgimento nella detenzione delle circa 2 tonnellate di marijuana sequestrate a Bisceglie nello scorso mese di maggio che, immesse sull'illecito mercato, avrebbero consentito un guadagno di oltre 13 milioni di euro (leggi qui).

I finanzieri, a maggio scorso, arrestarono 4 persone (due biscegliesi, di 47 e 50 anni, e due albanesi, di 27 e 40 anni) e sequestrarono due furgoni, carichi di droga. Nel prosieguo delle indagini, è stato identificato il quinto complice, che nell'ambito del gruppo criminale aveva provveduto ad acquistare un furgone ed a ricercare e prendere in locazione il box-garage, utilizzati per trasportare e nascondere la droga. L'uomo, rintracciato in prossimità della sua abitazione, è stato rinchiuso nel carcere di Trani.